Giudizio e offesa

Un giudizio spregiativo (intellettuale, etico o estetico) fa male a chi ne è oggetto, lo offende. Perché? Perché ogni umano dipende dall’apprezzamento altrui, senza cui non è possibile una cooperazione non violenta. Una buona reputazione è infatti un bene importantissimo, vitale, che ognuno cerca difendere il più possibile. Perciò quando qualcuno dice qualcosa che nuoce alla nostra reputazione, reagiamo come se fossimo oggetto di un’aggressione fisica, e se non abbiamo argomenti credibili per difendere la nostra reputazione, non ci resta che l’attacco e/o la fuga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *