I miei amici

Siccome io non appartengo a nessuna subcultura o classe sociale particolare, i miei amici sono molto diversi tra loro. Comunisti, fascisti, democristiani, atei, credenti, ricchi, poveri, semianalfabeti, neolaureati, capitalisti, operai, commercianti, professionisti, contadini, giovani e anziani. Sono così diversi che non li faccio mai incontrare, perché non potrebbero andare d’accordo.
Ognuno di loro mi porta la sua parziale visione della realtà e le sue ragioni. Io le metto tutte insieme, con quelle che ricavo dai libri che leggo, e il risultato è la mia visione del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *