Pensiero automatico vs guidato

Chi sono due modi di pensare: uno automatico e uno guidato (autoguidato o alloguidato). Senza accorgercene, involontariamente, passiamo dall’uno all’altro.

Quando pensiamo in modo automatico il pensiero è completamente spontaneo e involontario, determinato dai contenuti dell’inconscio, anche se siamo coscienti di ciò a cui stiamo pensando.
Quando pensiamo in modo guidato, il pensiero è determinato da ciò che ci guida, ovvero da stimoli che possono consistere in cose diversissime, tra cui: ricordi, letture, canzoni, immagini, luoghi, film, discorsi ecc.

Il pensiero guidato, se ripetuto un sufficiente numero di volte, diventa poi automatico.

Siccome noi pensiamo in modo prevalentemente automatico, è importante, per l’igiene del pensiero stesso, avere un certo controllo sul pensiero, e, in caso di pensiero automatico difettoso, correggerlo mediante un pensiero guidato appropriato, appropriatamente ripetuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *