Per coloro che si oppongono al green pass

Tutto dipende da quale si ritiene sia la “verità” sull’efficacia dei vaccini. Se la verità è che la vaccinazione è l’unico strumento valido per debellare il virus ed evitare in tal modo migliaia di decessi, di gravi malattie e di ingenti danni economici, nessuno dovrebbe esitare a vaccinarsi e a esigere che anche gli altri lo facciano (fatte salve le controindicazioni mediche documentate). In tale ottica, voler essere liberi di non vaccinarsi equivale a voler essere liberi di contribuire a causare migliaia di decessi, gravi malattie e gravi danni economici, una libertà che non può essere concessa da un punto di vista costituzionale.
Se invece la verità è che la vaccinazione è scarsamente efficace come strumento per debellare il virus, allora dovremmo tutti essere liberi di decidere se vaccinarci o meno.
Qualcuno dirà: ma se la verità è la prima delle due, perché il governo non rende obbligatoria la vaccinazione? Il motivo è, a mio avviso, che ci sono milioni di persone che non credono in quella verità, e tali persone creerebbero molti più problemi di disobbedienza civile e di ordine pubblico rispetto ai problemi creati dagli oppositori del green pass. Si tratta di un compromesso, del male minore, di una scelta politica che io ritengo molto ragionevole.
Chi ha responsabilità di governo deve scegliere quale sia la verità e governare di conseguenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *