Pragmatica del piacere interpersonale

Se vuoi piacere a una persona devi farle piacere.

Se vuoi far piacere a una persona devi farle ciò che le piace.

Per fare ciò, devi sapere cosa le piace.

Se non sai cosa piace a una persona, difficilmente puoi farle piacere, e se non le fai piacere, non le piaci.

Tuttavia puoi piacere ad una persona senza volerlo, senza farle qualcosa, ma solo per il tuo aspetto fisico o per il tuo comportamento, se questi corrispondono agli ideali estetici o libidici di quella persona.

La stessa logica, mutatis mutandis, vale per il dispiacere, o il disgusto. Infatti se non sai cosa dispiace a una persona, puoi facilmente farle dispiacere, e perciò non piacerle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *