Psicologia del tradimento

Nei meandri dell’inconscio il tradimento è una mostruosità, una delle colpe più gravi in cui un umano possa incorrere. Perché gli umani sono interdipendenti, simbiotici, e la rottura unilaterale di una dipendenza reciproca a favore di una diversa interdipendenza è potenzialmente letale per la parte che la subisce.

La persona che si sente tradita reagisce al presunto tradimento tanto più aggressivamente nei confronti del traditore quanto più forte era la simbiosi, ovvero il suo investimento affettivo e organizzativo nella relazione.

In tal senso, il valore della fedeltà consiste nella salvaguardia del rapporto simbiotico a beneficio della parte più debole, ovvero quella che non è in grado di sostituire facilmente una relazione con un’altra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *