Sull’essere “se stessi”

“Essere se stessi” non significa nulla. Noi siamo comunque come ci vogliono gli altri, come ci vuole l’Altro generalizzato (per usare un termine di G. H. Mead), l’altro interiorizzato. Senza l’esperienza e l’interazione con gli altri la psiche nemmeno esisterebbe. Il problema è che gli altri non sono tutti uguali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *