Analisi delle appartenenze

Analisi delle appartenenze

Di ogni cosa (situazione, evento, sistema, storia, racconto, oggetto, concetto, espressione, messaggio, persona, idea ecc.) si può (e potrebbe essere utile) fare l’analisi delle appartenenze, cioè cercare di stabilire chi/cosa appartiene a chi/cosa.

Un’appartenenza può essere desiderata, agognata, necessaria, temuta, ostacolata, comandata, punita, abbandonata, cambiata, trasformata, finta, simulata, manifestata, confermata, ecc.

Tutto ciò che un essere umano fa, e ciò che non fa, per quanto riguarda le relazioni interpersonali e sociali, ha a che fare con appartenenze.

Pertanto, per capire perché un essere umano fa (o non fa) certe cose di rilevanza sociale, dobbiamo cercare le appartenenze che si giocano nelle sue relazioni interpersonali, dobbiamo fare l’analisi delle sue appartenenze attuali e potenziali, desiderate e non desiderate.

L’uomo è pronto a combattere e persino a sacrificare la propria vita per acquisire o per liberarsi da un’appartenenza, o per dichiarare la sua appartenenza o non appartenenza ad un certo insieme sociale.

Tuttavia un’appartenenza sociale, per essere tale, deve essere riconosciuta dagli altri, e l’uomo fa di tutto per ottenere tale riconoscimento.

L’identità sociale di un essere umano consiste nelle sue appartenenze attive e passive, cioè nelle cose a cui appartiene e nelle cose che gli appartengono. Questi due insiemi di cose sono interdipendenti, perché le appartenenze di un individuo X a certi insiemi sociali dipendono dalle cose che appartengono a X, e le cose che appartengono a X dipendono dalle appartenenze di X a certi insiemi sociali.

Il valore attribuito ad un certo insieme sociale si ripercuote e si riflette sul valore personale di tutti i suoi membri, anzi, lo determina. Questo spiega perché è importante per certe persone valorizzare e difendere la reputazione degli insiemi sociali a cui appartengono: perché è un modo per valorizzare se stessi e difendere la propria reputazione.

Le appartenenze sociali di due individui possono avere caratteristiche più o meno simili, nel senso che possono avere proprietà comuni e proprietà non comuni. Quanto più le loro appartenenze coincidono, tanto più facile e cooperativo è il rapporto tra i due individui. Quanto più esse si differenziano, tanto più difficile e competitivo è il loro rapporto.

È impossibile capire la società senza capire le appartenenze (reali o presunte, desiderate o indesiderate) che sono alla base delle interazioni sociali.

Anche il fatto di scrivere questo testo ha a che vedere con le appartenenze. Probabilmente lo sto scrivendo per affermare la mia appartenenza ad una certa categoria di persone e per cercare riconoscimenti in tal senso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.