Chi sono gli stupidi, i cattivi, gli ignoranti?

Sul fatto che l’umanità sia piena di stupidi, di cattivi e di ignoranti siamo tutti d’accordo. Su chi appartenga a tali categorie siamo spesso in disaccordo.

2 commenti

  1. Umberto micciarelli

    Secondo me la difficoltà di discriminazione( non quella di giudizio positivo o non) deriva dalla approssimata omogeneità della formazione intellettuale che si ottiene dalla scuola italiana.
    La malintesa libertà di insegnamento permette aberrazioni consistenti nella visione del mondo verso cui si tende nelle indicazioni dell’insegnante.
    A quel punto poi il condizionamento diventa totale sia per le indicazioni pubblicitarie che per i messaggi politici e non parliamo di quelli squisitamente religiosi che appaiono come i più disinteressati e quindi fissano l’inerzia culturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *