Introduzione al caffè filosofico del 4/11/2021 sul tema “Bisogni e desideri umani”

Prima di darvi la parola credo sia utile esaminare i significati dei termini “bisogno” e “desiderio”.

Il vocabolario Treccani definisce bisogno come:

  1. mancanza di qualche cosa di necessario
  2. necessità di procurarsi ciò che manca per raggiungere un fine determinato, oppure ciò che è ritenuto utile per il conseguimento di uno stato di benessere materiale o morale
  3. desiderio
  4. la cosa che occorre

Da un punto di vista filosofico, psicologico e biologico, io definirei il bisogno come qualcosa che è necessario conseguire per sopravvivere e/o per mantenersi in buona salute e serenità. In altre parole direi che i bisogni umani sono cose senza le quali un essere umano non può sopravvivere, si ammala o soffre gravemente.

Il vocabolario Treccani definisce desiderio come:

  1. sentimento intenso che spinge a cercare il possesso, il conseguimento o l’attuazione di quanto possa appagare un proprio bisogno fisico o spirituale
  2. sentimento della mancanza di cosa necessaria al nostro interesse fisico o spirituale

Da un punto di vista filosofico, psicologico e biologico, io definirei il desiderio come un sentimento di attrazione verso qualcosa o qualcuno, e la spinta a possedere la cosa o persona desiderata, o a entrare in una certa relazione con essa. In altre parole direi che i desideri umani sono obiettivi verso cui la persona tende, e il cui mancato raggiungimento non provoca danni alla salute o sofferenze gravi.

Come abbiamo visto dalle definizioni Treccani, c’è una certa sovrapposizione tra i significati di bisogno e desiderio, e infatti credo che a volte è difficile distinguere se ciò che si cerca di ottenere corrisponde all’uno o all’altro. Potremmo comunque dire che si desidera ciò di cui si ha bisogno, anche se si può desiderare qualcosa di cui non si ha bisogno.

Vorrei inoltre introdurre un ulteriore termine, che riunisce i concetti di bisogno e di desiderio: quello di motivazione, vale a dire qualcosa che muove, o anima, una persona, che la spinge a comportarsi in certi modi e ad evitare di comportarsi in certi altri modi. In tal senso potremmo dire che l’uomo è motivato a soddisfare i propri bisogni e desideri.

Chiarito cosa s’intende (o che io intendo) con i termini bisogno, desiderio e motivazione, vorrei dire qualcosa sull’importanza del tema di questo caffè filosofico.

Secondo me i bisogni e i desideri umani sono importanti per varie ragioni.

In primo luogo perché abbiamo bisogno di distinguere, per il nostro bene, i bisogni dai desideri, e i bisogni e i desideri sani e utili da quelli patologici o futili.

In secondo luogo perché comprendere i bisogni e i desideri umani, che sono più o meno simili da persona a persona, ci permette di spiegare i comportamenti propri e altrui, se assumiamo che il comportamento di un essere umano sia determinato dalle proprie motivazioni, cioè dai suoi bisogni e dai suoi desideri.

In terzo luogo perché è utile capire l’origine, cioè la genealogia, dei bisogni e dei desideri, e di conseguenza le possibilità di modificarli per migliorare il comportamento umano in termini etici, economici ed edonistici. Insomma ritengo interessante esaminare il rapporto tra motivazioni e benessere (o malessere).

oOo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *