Essere tutto

Essere tutto

Chi è (o sente di essere) parte di un insieme tende a credere (consciamente o inconsciamente) di essere l’insieme stesso. Infatti l’inconscio, a mio avviso, non riesce a distinguere un insieme dalle singole parti che lo compongono, cioè non riesce a dividere un insieme in parti autonome. Tale divisione è possibile solo alla ragione cosciente. È così che a volte qualcuno crede in cuore suo di essere il mondo intero, o Dio stesso, e gode la libido della fusione mistica con il tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.