Pensiero semplice e pensiero complesso

La maggior parte degli esseri umano pensa in modo semplice, fatto soprattutto di equazioni (cioè a=b sempre e comunque) soprattutto per quanto riguarda l’uomo stesso.

Noi tendiamo infatti a pensare semplicemente che ogni essere umano agisca come un agente unico e indivisibile (l’individuo) il cui comportamento è determinato dalla propria coscienza e volontà, la quale dipende da certe condizioni persistenti che chiamiamo carattere, temperamento, personalità, esperienze, cultura, visione del mondo, disturbi mentali ecc.

Ma la realtà è molto più complessa. L’essere umano è infatti un microcosmo, un sistema di sistemi il cui comportamento non dipende da un centro di comando unico, ma dall’interazione di diversi centri di comando, che io chiamo dèmoni, uno dei quali è la volontà cosciente, che si illude di avere autorità su tutti gli altri mentre ne subisce normalmente e inconsapevolmente le volontà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *