Sulla cosiddetta trascendenza

Per me ciò che chiamano “trascendenza” (parola che io evito di usare) è solo un desiderio, un mito, una realtà immaginaria, non una realtà conoscibile (se potessimo conoscerla sarebbe immanente).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.